Skip links

Ambiente

La sostenibilità ambientale, uno dei quattro pilastri della sostenibilità, è una delle linee guida del nostro programma. Riteniamo che terra, acqua, aria siano beni comuni pubblici fondamentali e che il benessere quotidiano dei cittadini debba coniugarsi con il mantenimento della qualità e del rinnovamento delle risorse naturali.
L’ambiente naturale, con il sistema delle colline livornesi e il mare, è un’enorme risorsa per i cittadini e per i turisti. Vogliamo riqualificarlo e tutelarlo, mettendo in campo sinergie tra enti pubblici, strutture di ricerca e formazione, operatori del settore, associazioni ambientaliste, volontariato.
L’inquinamento atmosferico costituisce una delle più grandi minacce per la salute, con un numero elevato di morti attribuibili all’esposizione a lungo termine. Il tema della qualità dell’aria è inoltre strettamente correlato a quello dei cambiamenti climatici, perché spesso non è possibile separare le sorgenti di composti inquinanti da quelle che emettono CO2. Vogliamo intervenire con piani di riduzione delle emissioni in ciascuno dei settori più impattanti sulla nostra città: emissioni navali, con l’uso delle banchine elettrificate, la stipula di protocolli per diminuire il tenore di zolfo nei carburanti, lo stimolo per la riconversione a GNL delle navi e per l’uso di scrubber; traffico veicolare, con l’aggiornamento del piano di azione comunale per la riduzione delle fonti emissive; raffineria ENI, spingendo verso una riconversione in bioraffineria; impianti di riscaldamento, con un miglioramento del sistema di controllo degli impianti, campagne informative sull’uso corretto delle biomasse ed efficientamento degli edifici, a partire da quelli pubblici; inceneritore, con un piano di dismissione serio e in ambito di area vasta o regionale.
Per migliorare la qualità dell’ambiente in cui viviamo, devono essere prese in considerazione tutte le fonti di inquinamento, anche quello elettromagnetico e quello acustico. Vogliamo approvare un piano della telefonia mobile per la regolamentazione delle antenne, che individui aree come asili, scuole, ecc. nei cui pressi non possano essere installate, e un nuovo piano di risanamento acustico, che disciplini le emissioni rumorose.
Vogliamo infine attuare piani di vegetalizzazione, attraverso buone pratiche, come quella dei tetti e barriere verdi, e programmi di forestazione urbana, per contrastare l’inquinamento e gli effetti dell’isola di calore, per la moderazione dei venti e l’abbattimento dei rumori.

Scarica tutto il programma per approfondire.